Molti studiosi ritengono impossibile che il calabrone voli. Ma lui non lo sa...
Sabato, 06 Giu 2020
La filosofia del progetto PDF Stampa E-mail

Mayda 39'

 


 

Gli ingredienti di questo progetto:

 

Dislocamento medio/leggero, bassa superficie bagnata (barca stretta al gallegiamento),

buona stabilita' di peso, buona velatura, linee d'acqua  pensate per dare il massimo alle

medie velocita' (6/7 nodi per barca 12 m), linee d'acqua che mantengono la simmetria

anche a scafo sbandato, buon equilibrio direzionale, agendo quindi  poco sul timone,

lama di deriva senza bulbo (no effetto pendolo, no vortici sul bulbo), superficie e forma

della pinna ottimizzata per minimizzare le resistenze "indotte"dallo scarroccio.

 

Con un Bulbo si introduce  superfice bagnata che non e' a lama e non  e' utile  quindi

a diminuire lo scarroccio. Inoltre il bulbo penalizza il passaggio sull'onda e

la bella navigazione. Ho fatto uno studio sulla convenienza o meno della Lama rispetto ad una

pinna  con bulbo: Mayda 24 Lama o Bulbo .

Inoltre la superfice della chiglia di Mayda e' proprio quella che ti fa avere quei  giusti

gradi di scarroccio che ti garantiscono  il minimo di resistenza di bolina . Un altro parametro

che ho voluto privilegiare e' la superficie bagnata. Non tutti la tengono in considerazione eppure

a circa 6 nodi di velocita' rappresenta piu' del 50% di tutta la resistenza all'avanzamento!

Mayda e' quindi una donna dalla vita stretta e con dei bei fianchi, dalla sezione

maestra stretta e svasata per avere poca superfice bagnata. Man  mano pero' che

sbanda I volumi immersi  si spostano dolcemente sottovento senza cambiare

molto la simmetria delle  linee d'acqua. Ho dotato quindi Mayda di  linee fini in poppa,

ma con la poppa svasata verso l'alto, cosi' non appena si forma l'onda di poppa I volumi

immersi crescono subito e "sostengono " la barca mentre si accinge a superare la sua

velocita' critica (video).

Un professore di La Spezia (progettazione Nautica) mi disse che questo e' contrario alle

mode attuali di progettazione, mi disse anche che non e' detto che le mode siano sempre

corrette. Fatto sta che  la Mayda va davvero forte.

 

Con un vento medio (12 nodi reale) di bolina abbiamo  rilevato col GPS una velocita' di 7,4 nodi

con un angolo di bolina di 42 gradi compreso lo scarroccio!!!! Niente male....in queste condizioni

abbiamo issato un fiocco olimpico (...in Dacron). Le linee d'acqua mantengono la loro simmetria

anche a barca sbandata.

 

 

Rotta e velocita' rilevati col GPS: 7,4 nodi

 

 

 

Per cui il passo successivo per progettare una eventuale sorella di Mayda e'

quello di non cambiare nulla, eccetto che di recuperare 400/500Kg dal teak,

dalla coperta,  per metterli in chiglia che potra' essere 20cm meno

profonda e 30 cm piu' lunga nella parte superiore.

 

 

Di seguito alcuni dati rilevati su MAYDA con mare calmo e vento reale tra 5/6  nodi :

 

45 gradi  ( vento reale ) --> Vel. barca = 6,6 nodi

60 gradi --> Vel. barca = 6,7 nodi

75 gradi --> Vel. barca = 6,7 nodi

95 gradi --> Vel. barca = 6,0 nodi

105 gradi --> Vel. barca = 5.2 nodi

115 gradi --> Vel. barca = 4.8 nodi

145 gradi --> Vel. barca = 3.8 nodi

 

 

MAYDA 39

LOA = 12 m

LWL = 10,8 m

Bmax = 3,65 m

Immersione = 2,8 m

DISL = 7500 Kg  (Reale, misurato dallo stazzatore)

Chiglia piombo = 3000 Kg

Sup. Vel. 92 m^2

 

 

Prove in Vasca Navale

 

Per il progetto di Mayda sono state effettuate delle prove in Vasca Navale. Si tratta di

una vasca costruita in casa, ma dai risultati del tutto attendibili e comprovati dalle prove

in mare. Ed e' stato eseguito uno studio all'avanguardia sulle resistenze indotte dallo

scarroccio che ha permesso di creare un modello matematico ed un approccio diverso da

quello usato finora per determinare le resistenze indotte dallo scarroccio sulla carena.

 

 

 

 

Le prove in vasca son pure servite a testare le linee di Mayda,  determinare il cosiddetto

"fattore di Forma K ". Le foto che seguono sono uno stralcio delle prove in vasca che

hanno portato a  alla determinazione di "K".

Confrontando K con quello del  profilo alare NACA 0018,  largo solo il 18% della lunghezza,

si vede come Mayda abbia un coefficiente di forma K addirittura migliore del NACA 0018!!!!